Momenti di tensione, venerdì 16 luglio, all’ingresso del cantiere dove sorgerà il nuovo autoporto, che sarà trasferito dall’area Sitaf di Susa per lasciar posto alla stazione internazionale.

Un camionista della Eslo Silos, ditta che si occupa di logistica, si è imbattuto in un blocco di una decina di dimostranti No Tav allestito di fronte al cantiere.

Secondo la versione dei manifestanti, riportata anche nei siti web del movimento, il mezzo avrebbe “cercato di forzare lo sbarramento accelerando e rischiando di travolgere i ragazzi e le ragazze“.

Nel video sulla pagina Facebook dei No Tav si vede l’uomo scendere dal camion e affrontare da solo i dimostranti con urla e spintoni.

Articolo completo su La Valsusa del 22 luglio.

 

© Riproduzione riservata