Il futuro dell’Alcar si saprà giovedì 22 luglio, quando nel Tribunale di Lecce, i curatori che hanno seguito la procedura del concordato preventivo, apriranno le buste con le offerte per l’acquisizione dei due rami d’azienda: gli stabilimenti di Vaie (che occupa circa 140 persone) e di Lecce.

Nell’attesa della data fatidica, venerdì 9 luglio, i lavoratori si sono riuniti in assemblea con i sindacalisti Rocco Cutrì (della segreteria provinciale della Fim Cisl) e Antonino Inserra della Fiom Cgil.

Articolo completo su La Valsusa del 15 luglio.

Bruno Andolfatto

© Riproduzione riservata