Un progetto per promuovere la socialità, mediante la ristorazione e dando la possibilità ai meno fortunati di trovare o ritrovare un proprio percorso lavorativo. È passato un anno da quando è stata riaperta la Locanda del Priore a Vaie, che porta il nome della piazza in cui si trova: a giugno 2018 riapriva i battenti dopo qualche mese di chiusura e dopo che il comune di Vaie (proprietario dell’immobile) aveva deciso – in seguito ad un bando – di affidarne la gestione alla Cooperativa Amico.

Giovedì scorso, 27 giugno, la Cooperativa ha voluto tirare le somme dopo un anno di gestione, tramite un incontro pubblico nel cortile d’ingresso della Locanda, a cui hanno preso parte anche alcuni amministratori comunali della Valle. L’idea alla base del progetto è la “ristorazione sociale”, come ha citato all’inizio il presidente della Cooperativa, don Luigi Chiampo: “Questa realtà è l’unica in Val di Susa ed è fatta grazie all’intesa con il comune di Vaie – ha affermato il parroco – Noi siamo immersi nella socialità e la locanda ha saputo coniugare l’aspetto economico con quello lavorativo e sociale”.

Articolo completo su La Valsusa di giovedì 4 luglio.

Andrea Diatribe 

© Riproduzione riservata