VAIE – Non si è sposato, né ha mai avuto figli, ma erano in tanti a chiamarlo “papà”: l’8 luglio del 1902 nacque Emilio Giaccone, un vaiese di eccezione. Portatore di una grande fede, ha dedicato un’intera vita all’assistenza giovanile. L’Azione Cattolica diocesana, in collaborazione con la Parrocchia di Vaie, con la Cantoria parrocchiale e il Gruppo “Amici di papà Giaccone”, ha organizzato una messa di suffragio per sabato 11 luglio, alle 18, presso la chiesa parrocchiale di Vaie. Al termine della messa, animata dalla Cantoria parrocchiale, i componenti dell’Azione Cattolica e quanti vorranno unirsi si recheranno al cimitero comunale per una preghiera sulla tomba di Emilio Giaccone. Tutta l’Azione Cattolica diocesana e la popolazione è invitata.

Giaccone, di cui è in corso l’iter per il processo di beatificazione, oltre ad essere stato personaggio di spicco nell’Azione Cattolica, divenne nel 1948 fondatore e presidente dell’ENAOLI (Ente Nazionale per l’Assistenza degli Orfani dei Lavoratori Italiani), un ruolo che ricoprì per 25 anni.

Andrea Diatribe

© Riproduzione riservata