Nel 1989 è cominciata l’avventura del gruppo Musica Nuova, una novità per il panorama musicale valsusino. Ora sono passati 30 anni e il gruppo vocale e strumentale festeggia il compleanno con un concerto, nell’ambito delle celebrazioni di San Pancrazio e della Sagra del Canestrello. Un concerto che si terrà, domani, venerdì 10 maggio alle ore 21, nella palestra del Centro Sociale Primo Levi, in via Martiri della Libertà 9.

La nascita della formazione è scaturita in seguito all’idea del maestro Sergio Merini, per raccogliere fondi per la ristrutturazione della chiesa Santa Margherita di Vaie: il primo concerto risale al 29 aprile 1989. Si è cominciato chiedendo a vari coristi della Valle di partecipare a questa nuova realtà musicale. Così diverse decine di musicisti hanno collaborato o collaborano tutt’ora con il gruppo, che fin dagli esordi si è distinto dagli altri che si servivano esclusivamente di accompagnamento pianistico od organistico.

Per il concerto di domani sera, il direttore Sergio Merini ha voluto inserire nel repertorio alcuni brani significativi a ripercorrere la storia della formazione. Ad aprire il concerto ci sarà la melodia “Gloria” su “Trumpet Tune” di Henry Purcell, primo brano del primo spettacolo della formazione, a cui seguirà “Choeur des gamins” tratto dall’opera “Carmen” di Bizet, per ricordare la grande ricchezza di Musica Nuova quando ha avuto tra le sue fila il grandissimo baritono solista del regio Flavio Feltrin, tragicamente scomparso il 22 dicembre 2006.

Nel corso degli anni il repertorio di Musica Nuova si è poi arricchito con colonne sonore, come con la raccolta “The Mission” di Ennio Morricone che sarà eseguita nel concerto. Dopo ci saranno alcuni brani della monumentale opera “Carmina Burana” di Carl Orff e non mancherà il genere musical, l’ultimo affrontato dalla formazione, con pezzi di Andrew Lloyd Webber (“Jesus Christ Superstar”, “Don’t Cry for Me, Argentina”, “Cats” e “The Phantom of the Opera”, per citarne alcuni). A conclusione del concerto verrà eseguito il “Va, pensiero” di Giuseppe Verdi che testimonia le innumerevoli arie che Musica Nuova ha portato sui palcoscenici in 30 anni.

Concerti per il Canestrello, per molte iniziative solidali in vari paesi e città hanno fatto sì che la formazione si esibisse più di 170 volte. Un bel traguardo, speriamo in altrettanti anni.

Andrea Diatribe

 

 

© Riproduzione riservata