VAIE – Non è un semplice gazebo ma un’opera d’arte quella inaugurata questa mattina, sabato 8 maggio, per ricordare Fulvia Masera, per 33 anni maestra della scuola per l’infanzia di Vaie, tragicamente scomparsa in un incidente stradale avvenuto sulla ex statale 24 a Malpasso a dicembre, qualche giorno prima di Natale.

In alto, nel gazebo, la scritta: “Crescerà se ne avrai cura”. E lungo le colonne portanti due germogli e tante foglioline di ceramica. E’ stato il marito Carlo Ponsero a tagliare il nastro inaugurale e a scoprire la targa dedicata “a Maestra Fulvia Masera che per tanti anni ha cresciuto con il sorriso i bambini della scuola dell’Infanzia di Vaie”.

Tante le insegnanti,-colleghe di Maestra Fulvia presenti insieme alla dirigente scolastica Margherita Rescigno e al sindaco di Vaie Enzo Merini.  Intorno al prato della scuola le sagome dei bambini con i loro nomi, vista l’impossibilità, per loro, di presenziare a causa delle norme anti Covid. E all’esterno, sulla cancellata, i fiori disegnati dagli stessi bimbi.

Già, perché – è stato detto – Maestra Fulvia era un’insegnante che “si prendeva cura di tutto; delle relazioni con bimbi, genitori e colleghe; delle parole che usava, dei gesti, dell’ambiente, della sua valle e della sua scuola nel quale non c’era un solo angolo a cui lei non dedicasse attenzione per rendere l’ambiente gradevole e accogliente”.

All’impresa di realizzare il gazebo hanno partecipato, attraverso una raccolta fondi, persone di tutta la valle. I tempi sono stati rapidi, il lavoro degli artisti Dario Senor ed Elena Carnino eccellente. E con il denaro avanzato dalla raccolta fondi sono stati acquistati alcuni libri donati alla biblioteca della scuola che saranno collocati in un contenitore che riprende l’idea del gazebo.

© Riproduzione riservata