La Pro Loco con il Comune e la Squadra Aib, organizza sabato 11 maggio l’iniziativa “Bruzolo e un passaggio della sua storia. In memoria di un figlio Ermelino Matarazzo riscoprire la Madre”.

Già, perché in paese ci sono una via, una piazza e un asilo intitolato a Matarazzo. Che certo non è cognome tipicamente bruzolese.

Ma chi era Ermelino Matarazzo? Tutto nasce nel lontano 1920. Dopo la prima guerra mondiale c’era bisogno di un asilo che già alla fine dell’800 il parroco don Bertolo avrebbe voluto costruire. Ma le scarse risorse economiche non lo permisero.

L’asilo prese corpo grazie al desiderio di un padre, Francesco Matarazzo, di ricordare il figlio Ermelino perito tragicamente in un incidente stradale nei pressi di Bruzolo, alla Posta, dove ancora oggi c’è il monumento a lui dedicato.

Articolo completo su La Valsusa del 9 maggio.

Luca Giai

© Riproduzione riservata