Drammaticamente puntuali come orologi. Se l’anno scorso, proprio in questo periodo, riportavamo la notizia della presenza di puntuali di ferro sui sentieri tra Giaveno e Trana, di cui ne avevano fatto spese escursionisti e ciclisti, domenica 15 aprile ad essere presi di mira sono stati i bikers e con una trappola ancora peggiore: un cavo di ferro tirato tra due alberi, ad altezza collo. Lo hanno trovato alcuni volontari Aib di Reano e alcuni appassionati di mountain bike domenica mattina, all’attacco dello sterrato che porta a Moncuni (Monte Cuneo), nei pressi del parcheggio reanese. Articolo completo su La Valsusa del 19 aprile.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata