Una prima assoluta in Val Sangone.
Domenica 26 agosto, nella valle del Sellery di Coazze, ai 1700 metri di quota del Rifugio Fontana Mura, si terrà la rievocazione storica “Battaglie in Val Sangone. Una questione di confine“. Una giornata organizzata per far conoscere il Forte San Moritio e la storia militare che tra il 1600 e il 1700 si svolse in quest’angolo di montagna valsangonese. 

 

Il programma prevede, alle 10, il ritrovo al rifugio Fontana Mura. Ci sarà la possibilità di vivere le attività nell’accampamento: momenti di living history e di didattica per conoscere gli scopi e gli utilizzi delle fortificazioni dell’epoca, la vita dei militari e le storie degli uomini e delle donne che si intrecciavano sugli scenari delle grandi battaglie. A seguire lo storico Mauro Minola tratterà della storia del Forte di San Moritio (1628-1799); dialogherà con lui Flavio Polledro, capo gruppo Fai Val Sangone. Alle 12.30, gran polentata con le truppe sul braciere da campo e salsiccia (costo 9 euro). Alle 15, al Forte di San Moritio, simulazione di un attacco da parte di un drappello di francesi.

L’evento è organizzato dal Rifugio Fontana Mura, nell’ambito della VI edizione dei “Rifugi di Cultura”, in collaborazione con il Comune di Coazze e il patrocinio del Parco Alpi Cozie che ospita l’evento e del FAI .

Come raggiungere il rifugio

Il Rifugio è raggiungibile a piedi o in bici percorrendo i circa 7 km della pista agrosilvopastorale che parte pochi tornanti sotto la località Pian Neiretto (oltre Forno di Coazze). In via eccezionale, il Comune di Coazze mette a disposizione due navette che partiranno dal parcheggio del campeggio “I Pianas”, a salire la mattina dalle 8 e a scendere il pomeriggio dalle 16, al costo di 5 euro A/R, 3 euro solo andata, con obbligo di acquisto biglietti solo alla partenza al campeggio.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.rifugiofontanamura.it

 

 

© Riproduzione riservata