E’ una bella casa; sorge ad Avigliana, vicino alla Stazione Ferroviaria. Si chiama “Casa Base” ed è un luogo di accoglienza per bambini e adolescenti che hanno necessità di un percorso di tutela e di cura:  a Casa Base i minori sono seguii educatori, psicologi, neuropsichiatri infantili che mettono a disposizione la loro professionalità per aiutarli a superare i loro disagi e le loro sofferenze.

Casa Base è anche uno spazio di valutazione e cura per i genitori e le famiglie che potranno essere aiutati a riconoscere le loro difficoltà ed a potenziare le loro risorse per metterle a disposizione dei loro figli.
Casa Base coinvolge nell’azione di cura le comunità territoriali diffondendo la cultura della solidarietà.

Su La Valsusa uscita oggi, giovedì 21 gennaio, c’è il bel racconto, tutto da leggere, sulle vacanze natalizie dei bambini e dei ragazzi di Casa Base.

La lettura potrebbe convincervi a incontrare e conoscere Casa Base. Bene, è possibile farlo partecipando ad Aperibase, una serata in compagnia tra buon cibo, un bicchiere di vino e chiacchiere a non finire. E’ il modo migliore, dicono gli operatori della struttura, per concludere nel migliore dei modi la Raccolta fondi di Natale di Casa Base Avigliana.

L’appuntamento è sabato 2 febbraio, dalle 18.30, nel Grande Salone del Centro famiglia a Buttigliera Alta, in via Reano 1. L’offerta é libera a partire da 15 euro.
Per info: avigliana@cooperativaparadigma.it

Tra l’altro proprio oggi, giovedì 31 gennaio, è l’ultimo giorno per poter aiutare Casa Base con un semplice click. Basta partecipare alla gara su www.ilmiodono.it

Già, perché come ogni anno UniCredit mette in palio 200.000 euro da distribuire e ripartire tra le Organizzazioni Non Profit iscritte che riceveranno più voti. Anche Cooperativa Paradigma (che gestisce Casa Base) aderisce all’iniziativa.

Chiunque, con un semplice click e pochi facili passaggi, dal computer o dal cellulare, può dare il proprio voto e aiutare in modo concreto la Cooperativa Paradigma.

Per fare il tuo tono a Casa Base, clicca qui

 

© Riproduzione riservata