È stato arrestato dai Carabinieri di Susa il topo d’appartamento che a gennaio aveva colpito a Chianocco, asportando da un’abitazione di via Vindrolere contanti, cellulare e gioielli.

Come già era capitato nel 2014 e nel 2015, l’uomo aveva agito mentre il proprietario dormiva all’interno dell’abitazione.

Dopo un mese di attività investigativa i militari sono riusciti ad identificarlo e a rintracciarlo in un’abitazione di via Chiusella a Torino.

L’uomo, E. A. M., marocchino 55enne senza fissa dimora e disoccupato, con numerosi precedenti per furti in abitazione, è stato colpito da una misura cautelare in carcere emessa dal GIP di Torino successivamente all’attività dei Carabinieri, scattata a seguito della visione delle videocamere del servizio di sorveglianza di un’abitazione di un vicino di casa.

All’interno dell’abitazione sono stati rinvenuti numerosi gioielli, bigiotteria varia, cacciaviti ed oggetti atti allo scasso, due telefoni “cordless” di appartamento, oltre a guanti, giacche e capi d’abbigliamento utilizzati per il travisamento.

Sono ancora in corso accertamenti per verificare se il soggetto sia autore degli altri colpi avvenuti in Chianocco negli ultimi mesi ed in altri comuni della Valsusa.

I gioielli rinvenuti possono essere visionati, per l’eventuale riconoscimento, presso la caserma della Compagnia di Susa.

 

 

Carabinieri Susa

I Carabinieri di Susa mostrano alcuni oggetti rinvenuti nell’abitazione del ladro arrestato

Carabinieri Susa

I militari dell’Arma mostrano alcuni gioielli rubati

 

© Riproduzione riservata