Risveglio “imbiancato” in valle di Susa in quella che si annuncia la premessa di un periodo particolarmente freddo: la neve (come ritratta nella foto scattata da Paolo Arbrun a Campoasciutto, Chianocco) è caduta in tutta la valle, prendendo il sopravvento dopo qualche ora di pioggia mista a neve con anche una leggera imbiancata anche al piano. Nel corso della mattinata la neve cadrà ancora fino sul fondovalle ma i fenomeni tenderanno ad attenuarsi, fino a cessare nel pomeriggio. La quota neve si alzerà un po’ in mattinata, portandosi sui 400-500 mt.

Dalla questa sera le precipitazioni torneranno a intensificarsi con piogge e nevicate moderate o forti fino a domani.

Nella giornata di domenica sono previste nuove deboli nevicate ma inizieranno a soffiare raffiche di vento gelido (il temuto Burian, proveniente dalla Siberia) che provocherà un sensibile calo delle temperature in giornata. Nei primi giorni della settimana ci sarà gelo intenso ma con assenza di precipitazioni.

Le condizioni meteo hanno messo in allerta i Comuni, soprattutto quelli che – nella bassa valle – contano numerose borgate montane.

A Condove é Giorgia Allais, assessore alla protezione civile a informare che “questa mattina (venerdì 23) in Comune abbiamo convocato una “piccola unità di crisi” per pianificare gli interventi volti ad agevolare la circolazione delle auto e, soprattutto, quella pedonale ed evitare il più possibile disservizi nelle nostre borgate, in vista del freddo previsto per i prossimi giorni. Monitoraggi e contatti costanti, nel capoluogo ma soprattutto in montagna, e spargimento di sale in alcuni punti critici saranno importanti, ma più che mai sarà anche il buon senso di tutti”

© Riproduzione riservata