Finalmente la Sacra di San Michele  avrà il suo coro polifonico.

Sull’onda delle tante innovazioni in atto nel monumento simbolo del Piemonte, impresse dal nuovo Rettore don Claudio Massimiliano Papa, c’è anche l’attenzione agli aspetti musicali della liturgia.

Le Messe domenicali sono già arricchite da un’animazione con organo e canto, mentre un rinnovato impulso è dato all’ormai usuale stagione concertistica Sacrense.

Adesso l’Abbazia si propone di creare un coro polifonico che accompagni e sostenga i momenti importanti dell’Anno Liturgico: la celebrazione del Natale, della Pasqua, della festa dell’Arcangelo Michele, come altre ricorrenze che da sempre la Sacra ha vissuto in modo intenso e che hanno visto una partecipazione sempre più numerosa dei fedeli.

Questi momenti saranno arricchiti dalla musica che si fa preghiera.

A sostegno delle voci è prevista, quando necessario, anche la partecipazione di un’orchestra di archi, per restituire in tutto il loro splendore le grandi pagine di musica sacra che da secoli accompagnano la liturgia. Ma l’obiettivo futuro è anche l’esibizione del coro in concerti e stagioni musicali.

La direzione del coro sarà affidata al Maestro Enrico Euron, già organista titolare e responsabile musicale dell’Abbazia.

Tutti coloro che desiderano partecipare come coristi, o semplicemente chiedere maggiori informazioni sull’iniziativa, sono invitati alla serata di presentazione che si terrà alla Sacra mercoledì 13 febbraio alle ore 20.30. È possibile anche telefonare al numero 333/7361972 o scrivere a info@sacradisanmichele.com per ricevere maggiori delucidazioni.

Le prove, con cadenza quindicinale, saranno tenute nel periodo invernale a Sant’Ambrogio, e nel periodo estivo nei locali della Sacra.

(nella foto, l’interno della chiesa della Sacra in una foto di Elio Pallard)

© Riproduzione riservata