Procedono velocemente e con efficacia i lavori che interessano il Palazzo comunale di Borgone. Dal restauro dei soffitti di tutto il piano terra a quello che ha riportato alla luce il vecchio portico, questi interventi si inseriscono in un ampio progetto che ha come obiettivo finale quello di rispolverare e mettere in risalto gli anni di storia che caratterizzano il municipio borgonese.

“Il Palazzo Montabone è sede degli uffici comunali dagli inizi del 1900” ci racconta Lauretta Musso, responsabile e curatrice dei restauri, che aggiunge: “questo municipio è inoltre una delle sedi più pregevoli dell’intera Valle di Susa e, nonostante le trasformazioni che l’hanno interessata nel corso degli anni per ragioni pratiche e di uso, conserva ancora la sua originaria struttura di Palazzo civile della fine del 1600: elegante, con la sua pianta rettangolare, l’ampia scalinata in pietra naturale e le due terrazze del piano nobile”. I soffitti a cassettoni lignei del piano terra (luogo dove prima si trovavano gli ampi saloni dedicati ai ricevimenti, mentre oggi sono ospitati la sala consigliare e gli uffici comunali) risalgono al settecento e sono stati i protagonisti dei restauri di queste ultime settimane. Articolo completo su La Valsusa del 24 maggio.

Benedetta Gini

© Riproduzione riservata