Hanno approfittato della distrazione del capotreno per entrare nella cabina di guida. E da lì si sono ripresi mentre svuotavano un estintore dal convoglio e lo scaraventavano sui binari. Non paghi, hanno poi dato seguito alla loro follia accendendo un fumogeno e sventolandolo fuori dal finestrino del vagone riservato al conducente. A incastrare i due 19enni protagonisti dell’assurda vicenda che lo scorso martedì 21 luglio ha avuto luogo a bordo del regionale Bardonecchia-Torino, sono state proprio le “stories” caricate dai ragazzi su Instagram, il social più in voga tra i giovani.

“Siamo i capitani del treno, lo vogliamo un po’ di fumo?” “Sì, lo voglio, lo voglio” esclamano nei filmati registrati con la telecamera del loro smartphone. Torso nudo e volto scoperto, sprezzanti delle regole e senza alcun timore delle conseguenze. «Chi è che chiede i biglietti qua? Chi li chiede?” “Non me frega niente. Anche senza biglietto qua comando io, sono il capitano del treno». A condire il tutto urla e risate sguaiate. Un esibizionismo tanto esagerato da non poter passare inosservato.

E infatti una donna in attesa sulla banchina della stazione di Alpignano li nota e decide di segnalarli facendo partire una chiamata al 112. Un’iniziativa che consente agli agenti della polizia ferroviaria di fermare i due coetanei all’arrivo a Porta Nuova.

Servizio su La Valsusa del 30 luglio.

Federica Allasia

© Riproduzione riservata