Era già un velista affermato, campione del mondo nel 2015, ma dopo la vittoria della 74° Sidney-Hobart, Marco Carpinello, di Alpignano, è entrato a pieno titolo nei big mondiali.

La regata organizzata dal Cruising Yacht Club of Australia è iniziata il giorno di Santo Stefano: una discesa di 628 miglia nello stretto di Bass fino ad Hobert, in Tasmania.

Chi vince la Sidney Hobart entra in una sorta di club ristretto ed è comprensibile che Carpinello, il Carpy per il mondo della vela, quando ha saputo ufficialmente che sarebbe salito sul gradino più alto del podio per ricevere la George Adams Tattersalls Cup, abbia pianto di gioia senza riuscire a trattenere le lacrime.

articolo completo su La Valsusa di giovedì 3 gennaio 2019

© Riproduzione riservata