VENAUS – Venaus diventa il paese degli spaventapasseri: l’idea è venuta ai bambini del doposcuola e raggiungerà il suo culmine il 21 marzo (primo giorno di primavera) con la festa degli spaventapasseri.

Il doposcuola nella scuola primaria  da 7 anni, è gestito dalla fattoria didattica “Bim bum baaam Fantaparco” .

Luca Primela racconta come è impostato: “Durante il doposcuola oltre a svolgere i compiti, realizziamo laboratori didattici sulla natura e portiamo in aula gli animali della nostra fattoria, dai rapaci ai piccoli mammiferi; e poi coltiviamo un orto bio dal quale sviluppiamo laboratori sull’alimentazione e trattiamo temi come l’apicoltura spaziando fino al teatro”.

Tra i vari laboratori in essere, ecco l’idea del progetto spaventapasseri, come spiega Luca Primela: Spinti dalla realizzazione dell’orto e su suggerimento di Elisabetta, fedele amica del doposcuola, abbiamo voluto creare la festa degli spaventapasseri il 21 marzo, primo giorno di primavera con il desiderio che sia un nuovo inizio per tutti noi”.

Un giorno di rinascita, che ha tutte le carte in regola per diventare un’attrattiva come i presepi del periodo natalizio. Questo almeno è l’auspicio dei bimbi del doposcuola come conferma Luca Primela: “Insieme ai bambini del doposcuola realizzeremo alcuni spaventapasseri che esporremo nel cortile della scuola e poiché non riusciremo di certo a coprire tutto il paese ci è venuta l’idea di lanciare l’appello a tutti i cittadini perché partecipino creando spaventapasseri da sistemare nei giardini e negli orti. Ci piace pensare che la festa, ogni anno possa prendere sempre più piede e che, magari tra 20 anni, i figli dei nostri alunni realizzino ancora spaventapasseri con i genitori che, 20 anni prima, avevano dato inizio a questa avventura. L’idea è piaciuta all’Amministrazione Comunale che ha accolto di buon grado l’iniziativa”.

La parola ora ai venausini che, come dimostra l’esperienza dei presepi, di fantasia e creatività ne hanno in quantità.

Luca Giai

© Riproduzione riservata