Ragionamento, intuito, creatività e uso della logica sono le qualità che si richiedono ai migliori giocatori di scacchi, che per primeggiare devono tenersi in costante allenamento.

Per due mesi, dal 7 ottobre al 9 dicembre, numerosi appassionati hanno partecipato al corso gratuito di scacchi organizzato dal Gruppo Culturale Villardorese.

Il docente Adriano Votta ha trattato in dieci appuntamenti settimanali la storia degli scacchi (dalle origini indiane, alla Persia, all’occidente medievale, per approdare all’età moderna e contemporanea), le vite e le vicende degli scacchisti più famosi, l’analisi delle partite, il valore dei pezzi, la tattica, la notazione algebrica, le norme principali, l’etica del gioco e gli schemi di matto.

Verso la fine degli incontri, tra i partecipanti è nata l’idea di proseguire l’esperienza positiva con la formazione di un gruppo permanente di scacchi, sotto l’egida del Gruppo Culturale Villardorese.

La sede e i dettagli operativi sono in fase di definizione: per informazioni e adesioni si può scrivere all’indirizzo e-mail info@villardora.org, oppure telefonare al numero 3397332270 in orario serale.

Lorenzo Rossetti

Foto di Carlo Gianoglio (Gruppo Culturale Villardorese)

© Riproduzione riservata